AMATORI RUGBY BADIA 0 - 38 HBS COLORNO

21 ottobre 2018 - 15:30 : Impianti sportivi di Badia Polesine

Badia Polesine, Impianti sportivi di Badia Polesine – Domenica 21 ottobre 2018

Serie A, II giornata

Borsari Rugby Badia v Rugby Colorno 0-38 (0-13)

Marcatorip.t: 10’ m Oghittu (0-5); 16’ m Alvarado (0-10), 29’ c.p Ceresini (0-13); 39’ m Buondonno (0-18); s.t. 48’ c.p Ceresini (0-21), 49’ m Castagnoli tr. Ceresini (0-28); 57’ c.p. Ceresini (0-31); 73’ m D’Apice tr. Ceresini (0-38).

Borsari Rugby Badia: Rossetto, Braghin (52’ Cioffi), Andreotti, Arduin, Zulato, Fratini, Boscolo (58’ Ramirez J.), Michelotto ©, Chimera, Fornasaro (53’ Milan), Cecchetti, Aggio (58’ Zampolli), Merlo (41’ Barbujani), Leccioli (52’ Baccini), Saccà (41’ Colombo).

All. Lodi

Rugby Colorno: Lucchin, Terzi, Castagnoli (64’ Cozzi), Piccioli (50’ Silva), Papa, Ceresini, Boccarosa (62’ Magri), Borsi, Oghittu (52’ Fiume), Sarto ©, Minari (60’ Rossi), Da Lisca, Sito Alvarado (55’ Alvarado), Buondonno (50’ D’Apice), Singh (60’ D’Atola).

All. Prestera

Arb Andrea Spadoni (Padova)

AA1 Rebuschi (Rovigo), AA2 Cusano (Padova)

Cartellini: al 44’ giallo ad Alvarado (HBS Colorno), al 77’ giallo per Terzi (HBS Colorno)

Calciatori: Ceresini 5/8

Note: temporale, campo in cattive condizioni, circa 400 spettatori.

Punti conquistati in classifica: Borsari Rugby Badia 0, Rugby Colorno 5

Commento: Dopo un avvio di match non semplicissimo, condizionato anche dalle cattive condizioni meteo, l’HBS Colorno riesce a sbloccare la partita e conquistare minuto dopo minuto preziosi metri di campo, fissando il risultato sul 13-0 alla fine del primo tempo. Nella ripresa i ragazzi di Prestera, forti del vantaggio acquisito, si asssicurano poi il bonus, volando diritti in testa alla classifica. “In una giornata così difficile”, ha commentato l’head coach colornese, “era importante portare a casa il risultato”. “Dal punto di vista tecnico mi ritengo abbastanza soddisfatto … soprattutto in fase difensiva la squadra mi ha dato le risposte che mi aspettavo”.

Man of the Match: Alessandro Da Lisca