MERCATO BIANCOROSSO: DA LIVORNO ARRIVANO 4 GIOVANI CAVALIERI

31 Luglio 2020

Giovani e pieni di energia, con tanta voglia di mettersi in gioco e stupire nel massimo Campionato Italiano. Albert Eisten Batista, Rocco Del Bono, Edoardo Mannelli e Simone Gesi: sono questi i nomi dei 4 cavalieri livornesi che nella prossima stagione vestiranno la maglia dell’HBS Colorno. Nati e cresciuti nelle giovanili del Rugby Livorno 1931, hanno tutti fatto parte, eccetto Gesi, della franchigia dell’FTGI Granducato Rugby, da anni protagonista assoluta dei Campionato Elite U16 e U18.

Batista, talento naturale plasmato nel paesino di San Vincenzo dai coach Fabio Caso e Andrea Brancoli, ha frequentato prima l’Accademia zonale di Prato e poi quella Nazionale Ivan Francescato, vantando svariate presenze con le Nazionali Juniores e le convocazioni al 6 Nazioni U20 e ai Mondiali di Francia U20. Classe 2000 di ruolo Ala, potrebbe essere impiegato anche da centro o estremo, posizioni dove ha dimostrato di sapersi adattare molto bene. “Sono molto felice e onorato di iniziare a Colorno la mia avventura in Top12”, commenta Batista. “Credo che questa rappresenti per me una grande occasione di crescita sia dal punto di vista umano che rugbistico. Sono pronto a dare il massimo per raggiungere gli obiettivi prefissati dalla squadra e trovare qui la mia zona di comfort. Ringrazio la mia famiglia e tutte quelle persone che mi hanno sempre supportato. Non vedo l’ora di scendere in campo”.

Del Bono, una delle grandi rivelazioni della scorsa Serie A con 102 punti segnati, ha ricevuto quest’anno la convocazione con la Nazionale 7s per le World Challenger Series, prestigiosissimo torneo disputatosi in Cile e Uruguay. Uscito a 17 anni dall’Accademia zonale di Prato, ha trascorso le ultime due stagioni ai Medicei, allenandosi con la prima squadra ed esordendo in Top12. Apertura classe 2000 dalle grandi prospettive, rappresenta un ottimo rinforzo per Cristian Prestera e lo staff tecnico Biancorosso. “Davanti alle diverse offerte che mi si sono presentate quest’anno, l’ambizione e il progetto del Rugby Colorno mi hanno particolarmente impressionato. I progetti e gli obiettivi del club si sposano perfettamente con la mia voglia di crescere e affermarmi nel massimo campionato italiano. Sono pronto a mettermi in gioco per guadagnare la fiducia di compagni e allenatori e dare il mio contributo alla squadra”.

Mannelli, volto noto al Rugby Colorno per la splendida partita disputata nel match di Coppa Italia coi Medicei, approda in Biancorosso dopo la conquista di due Campionati Elite U16, uno col Livorno e uno col Gran Ducato, e di un Campionato Elite U18 coi Medicei. Nella passata stagione i Toscani lo hanno aggregato alla rosa della prima squadra e il Flanker/N°8 classe 2000 ha risposto con grande carisma e voglia di emergere. I suoi 100 kg di potenza potranno rappresentare un fattore importante nel pack degli dell’HBS. “Sono molto felice di entrare a far parte della rosa dell’HBS Colorno e a tal proposito ringrazio tutti colorno che hanno riposto la loro fiducia in me “, commenta entusiasta Mannelli. “Il club possiede basi solide su cui costruisce bene ormai da anni e ambisce ad affermarsi ai vertici del rugby italiano. Sono pronto a scendere in campo e dare il massimo per ritagliarmi un posto in squadra”.

Gesi, vera e propria scommessa del Rugby Colorno per la stagione 2020/21, ha accumulato svariate presenze con le Nazionali Juniores U17 e U18, rifiutando tuttavia la proposta di entrare nel giro delle Accademie per poter terminare gli studi. Pronto ora per il salto di categoria e una nuova avventura in TOP12, l’apertura livornese classe 2001, all’occorrenza anche centro ed estremo, potrebbe rappresentare una delle grandi sorprese dell’arsenale offensivo Biancorosso. “Sono convinto che l’occasione offertami da Colorno possa aiutarmi a crescere tanto sia come giocatore che come persona. Appena arrivato, sono stato accolto nel migliore dei modi dal club, che ha fatto il massimo per farmi sentire in famiglia. Sono rimasto molto colpito dall’organizzazione generale e non vedo l’ora di cominciare gli allenamenti”.

“E’ il chiaro segnale di una politica che mette al centro del nostro progetto giocatori italiani, in questo caso giovanissimi”, commenta il Direttore Sportivo Pietro Travagli. “Sono molto contento del loro arrivo e penso che ognuno di loro, con tanto impegno e determinazione, possa ritagliarsi uno spazio importante all’interno della squadra. Sotto la guida di uno staff tecnico di primissimo livello, potranno crescere tanto e farsi notare nel panorama rugbistico italiano”.