IL PROGETTO SAVEit HA FATTO TAPPA A COLORNO

4 luglio 2018

Lunedì 11 e Martedì 12 giugno Colorno, ed in particolare la suggestiva cornice della “Sala del Trono” all’interno del Palazzo Ducale, è stata sede ospitante del meeting relativo al progetto “SAVEit – Salviamo il sogno dello sport di base incentrato sui valori”, operante in partenariato con il Programma dell’Unione Europea “Erasmus+”. Il progetto SAVEit, iniziato nel gennaio 2017, vede la presenza di otto partner provenienti da tutta Europa, e si propone lo scopo di creare una raccolta (cartacea ed informatica) di buone pratiche da mettere a disposizione di tutti coloro che sono interessati dai benefici formativi derivanti dallo sport giovanile (sport di base); Il progetto non si rivolge quindi solamente ai giovani praticanti, ma soprattutto ai loro genitori ed ai Club sportivi e tutti gli allenatori/educatori/dirigenti degli stessi.

Prima di iniziare i lavori, i vari partecipanti partner del progetto SAVEit hanno ricevuto il benvenuto ufficiale da parte del vice sindaco di Colorno Pier Luigi Mora e da Cosetta Falavigna, presidente Rugby Colorno, organizzatore dell’evento con la collaborazione del Comune di Colorno e di Antea, l’associazione che ha la gestione degli spazi della Reggia colornese. Il fitto programma dei lavori è quindi partito alle 10 circa per protrarsi fino alla pausa pranzo svolta nella Club House “Al Travacon” all’interno del centro sportivo Rugby Colorno di Via Pertini. Al termine della stessa i partner del progetto SAVEit hanno incontrato bambini ed animatori del Summer Camp Rugby Colorno, iniziativa che vede il progetto SAVEit tra i suoi patrocinatori. Nel pomeriggio sono proseguiti i lavori fino alle 17 circa per proseguire poi in una visita alle aule della Scuola Internazionale di Cucina ALMA e concludersi in un tour tra le sale storiche della Reggia di Colorno. La lunga giornata ha avuto poi termine con una cena sociale in un ristorante del centro di Parma e due passi tra le bellezze architettoniche della città ducale.

Il giorno successivo, il meeting ha avuto l’ultimo epilogo con l’incontro finale dei membri: tra le altre cose è stata l’occasione per accordarsi sulla proroga di 6 mesi sulla data termine del progetto che slitterà quindi al prossimo 30 giugno 2019 (la data precedente era prevista per il 31 dicembre 2018).

Prossimo appuntamento, da definire, è per fine 2018 con un altro coordination meeting che dovrebbe tenersi a Bruxelles, con la regia affidata al partner belga del AS EUPEN VoG.