GABRIELE BRONZINI IS BACK

26 Luglio 2019

Allora Gabriele come ti senti? E’ bello rivederti in campo dopo una lunga stagione di stop!!

“Ci sono!! Finalmente ci sono e non vedo l’ora di tornare in campo!! E’ stata una stagione bellissima per il Rugby Colorno, anche se un pochino amara per me … Mi è dispiaciuto non poter dare il mio contributo alla squadra e a un club che mi ha sempre trattato benissimo. Per fortuna alla fine tutto è andato per il meglio, i ragazzi e tutto il popolo biancorosso hanno dato il massimo e insieme abbiamo raggiunto l’obiettivo promozione”.

Lo scorso anno hai vissuto dalla tribuna la sfida promozione con Capitolina e per uno come te non deve essere stato semplice … Cosa hai pensato al momento dell’ingresso in campo delle squadre?

“Guarda, ti confesso che la semifinale con Capitolina è stata davvero dura guardarla da fuori, soprattutto perché ho fatto tutte le giovanili a Frascati e loro sono i miei rivali storici. La sera prima del match di andata non ho chiuso occhio, ero veramente agitatissimo … Al ritorno in casa invece ero più tranquillo, ero convinto che i miei compagni avrebbero messo le cose in chiaro fin da subito”.

C’è stato un momento nel corso della stagione in cui, osservando la squadra da fuori, ti sei convinto che Colorno ce l’avrebbe fatta?

“Sinceramente già ad inizio anno, con gli innesti di giocatori come Sarto, Afamasaga e Delnevo, ero cosciente del fatto che avessimo costruito una squadra di altissimo livello, pronta a lottare per un posto in Top12. Con l’evolversi del campionato poi, mentre il nostro gioco cresceva partita dopo partita, Cristian e Roland sono riusciti a costruire un gruppo splendido e allora non ce n’è più stato per nessuno. Il match decisivo penso sia stato quello casalingo contro Padova, vinto in rimonta negli ultimi 20 minuti”.

E ora la prima grande avventura dell’HBS in Top12 … Tra volti nuovi e avversari di un livello superiore, quali pensi che potrebbero essere gli obiettivi di questo gruppo?

“Abbiamo finalmente raggiunto l’obiettivo che inseguivamo ormai da qualche anno e sono molto molto contento di cominciare questa nuova avventura in Top12. Il nostro direttore sportivo Paolo Bergonzi ha fatto un gran lavoro sul mercato, portando a Colorno giocatori di alto profilo e tanti giovani. Le carte per fare una buona stagione le abbiamo, ma dobbiamo rimanere umili e giocare ogni partita come fosse una finale”.

Noi che Gabriele Bronzini dobbiamo aspettarci? Su cosa stai lavorando e su cosa ti concentrerai maggiormente in questa preseason?

“Con l’aiuto dello staff medico, che ringrazio personalmente, ho portato a termine un lavoro specifico di recupero e potenziamento del ginocchio, che mi ha permesso di tornare regolarmente in campo e potermi allenare fin da subito con la squadra. Le sensazioni sono buone e finalmente posso divertirmi anche io!! Sono davvero molto contento!!

Ti rivedremo estremo o pensi che coi nuovi acquisti verrai adattato a un altro ruolo?

“Per quanto riguarda il ruolo non ci sono problemi … Ho talmente tanta voglia di tornare in campo che, per come sono fatto, giocherei anche pilone pur di giocare. A parte gli scherzi mi piacerebbe giocare estremo e farò di tutto per conquistarmi la 15 domenica dopo domenica. Se ci fosse bisogno comunque, non mi farei problemi ad adattarmi a qualsiasi altro ruolo”

Chiudiamo con una domanda scomoda e scontata … quante mete segni quest’anno? E occhio che a fine stagione andiamo a rivederla questa risposta!!

“Vista la sfortuna dell’ultimo anno, facciamo che mi astengo dal rispondere. Vi faccio una promessa però … vi farò divertire”.