COACH MORDACCI: “L’APPROCCIO MENTALE FA PARTE DEL NOSTRO PERCORSO DI PREPARAZIONE”

31 Luglio 2015

Dopo la diffusione dei calendari da parte della Federazione, l’head coach dell’HBS Michele Mordacci traccia una panoramica: “Si tratta di una prima fase interessante, di livello abbastanza alto. Rispetto all’anno scorso le novità sono rappresentate dal Torino e dal Reggio. La prima gara sarà proprio contro i rossoneri, un match di certo non decisivo per le sorti del torneo, ma al quale teniamo molto, entrambe partiamo come candidate al passaggio come squadre di prima fascia, per il morale è una partita comunque importante. Da non sottovalutare il Lumezzane, che si è rinforzato molto, e il Valpolicella che punterà senz’altro sui giovani, non dimentichiamoci che il loro girone di ritorno, l’anno scorso, è stato molto positivo.” Poi c’è il Cus Verona, compagine sempre ben assortita, arrivata in semifinale nella stagione 2014/2015. La stagione dei biancorossi è già in parte iniziata: “Il 13 luglio abbiano iniziato una fase di pre allenamenti, con i giocatori disponibili, con sedute di atletica, ma l’inizio ufficiale è fissato per il 24 agosto alle 19”. La rosa della prima squadra si è rinforzata con elementi importanti in tutti i reparti: “Siamo soddisfatti del lavoro svolto, abbiamo centrato tutti gli obiettivi di mercato che ci eravamo prefissati, siamo ancora più competitivi”. L’anno scorso è stata una stagione particolare: un filotto di vittorie impressionante, poi lo scivolone nella semifinale di andata coi Lyons Piacenza e una gara di ritorno da applausi, quasi commovente, purtroppo però la semifinale è sfuggita di un solo punto: “L’esperienza dell’anno scorso ci ha lasciato la consapevolezza di credere maggiormente nei nostri mezzi. Dobbiamo insistere sull’aspetto mentale, mai sottovalutare l’avversario anche se sulla carta parte da sfavorito. L’approccio alla partita dal punto di vista mentale fa parte del nostro percorso di preparazione”.